Il Cartiere e Cantiere Verde: palestre occupazionali per l’inclusione sociale

Convegno online

Giovedì 11 marzo 2021


Cantiere della Provvidenza, assieme a D.E.M. Spa, interverrà al convegno organizzato nell’ambito del progetto Famiglia Fa Meglio, portando le esperienze de Il Cartiere e dell’attività agricola in Villa Zuppani con Cantiere Verde.

Ogni intervento prevede la partecipazione di una cooperativa del progetto Famiglia Fa Meglio e di una azienda partner, che ne sostiene le progettualità.

Nuove frontiere di occupabilità per una società inclusiva: quattro diverse esperienze aziendali rivolte a persone con disabilità raccontano un percorso virtuoso di accompagnamento alla piena occupazione.

Il seminario intende divulgare la conoscenza delle palestre occupazionali quali modalità innovative di interazione delle cooperative sociali con il tessuto imprenditoriale e le istituzioni, e quali possibili strumenti alternativi di adempimento degli obblighi inerenti il collocamento obbligatorio (Legge n.68/1999).

Partecipazione libera tramite ZOOM.
Per informazioni: Vania Lira – vlira@confindustria.bl.it – Tel. 0437 951224



Approfondimenti

NUOVE FRONTIERE DI OCCUPABILITA’


Progetto FAMIGLIA FA MEGLIO: percorsi di vita e sostegno alla famiglia dentro la disabilità

Il Cartiere, nato nel 2014 da un’idea della Cooperativa Sociale Cantiere della Provvidenza, è una delle “palestre occupazionali” del progetto pluriennale “Famiglia Fa Meglio”, che hanno lo scopo di sperimentare forme di addestramento al lavoro per persone con disabilità intellettiva e relazionale alternative a quelle oggigiorno esistenti. Il progetto, cofinanziato dalla Fondazione Cariverona, è coordinato dalla coop. soc. Società Nuova di Belluno e vede tra i partner, oltre al Cantiere della Provvidenza, le coop. sociali Cadore e Portaperta di Feltre, il SIL – servizio inserimento disabili dell’Ulss n 1 Dolomiti ed il Gruppo Autismo Belluno.
Le attività sono complementari a quelle del progetto regionale Nuove Frontiere di Occupabilità dell’Area Disabilità dell’ULSS n. 1 Dolomiti, che mira ad individuare forme alternative ai CEOD – Centri Educativi Occupazionali Diurni.
Altre azioni progettuali: sperimentazioni nel campo dell’autonomia domestica e centri educativi abilitativi.


> Scopri di più su Progetti e Convenzioni del Cantiere della Provvidenza

Tags

, , , , ,

Articoli correlati

Menu